music-1967480_1280.png
AM_Logo_Blog_2.png
Cerca

Gil Evans: analisi descrittiva di "My Ship"


"My Ship" è un brano scritto nel 1941 per il musical di Broadway "Lady in the Dark", la musica fu scritta da Kurt Weill ed i testi da Ira Gershwin. My Ship è anche una delle ballads più toccanti interpretate da Miles Davis nella sua lunga carriera. Gil Evans gli costruì una trama di colori orchestrali su cui Davis suonò la melodia con una enfasi lirica inimitabile. L'analisi fa riferimento alla trascrizione di Joe Muccioli contenuta in "The Gil Evans collection: 15 study and sketch scores from Gil's manuscripts".


Gil presenta My Ship nella sua chiave originale di Fa maggiore, ad un tempo lento (56 bpm). L'introduzione, nell'esempio 1 in basso, che si sente nell'arrangiamento di Evans è l'introduzione originale di Weill. Le trombe in cup muted suonano la linea melodica discendente all'ottava, sulle triadi suonate da corno e trombone. Il contrabbasso, il trombone basso, e la tuba suonano un pedale di C durante l'introduzione. Evans compose una linea contrappuntistica suonata dal clarinetto basso.



Esempio 1: Evans, My Ship: l'introduzione e le prime due misure del tema


Nella prima sezione, Evans cambia la trama armonica, facendo uso dei corni, dei tromboni, della tuba, con la batteria che suona con spazzole, ma omette il contrabbasso. Vi sono dei raddoppi di colore per il clarinetto (all'unisono con il corno); per il primo dei due clarinetti bassi (un'ottava sotto); e tra l'altro in varie parti per trombone (un'ottava sotto). Il secondo clarinetto basso raddoppia la parte del basso. Sia l'introduzione che la prima A, esempi 1 e 2, sono caratterizzate da una chiara riarmonizzazione fino all'inizio della seconda A.



Esempio 2: Evans, My Ship: la riarmonizzazione del tema


La seconda A presenta un'interpretazione di Davis della melodia, accompagnato da tutto l'ensemble con le trombe in cup muted. Il rientro del contrabbasso fornisce un notevole movimento in avanti alla composizione. Il clarinetto basso raddoppia ancora una volta la parte del basso. Evans quindi sorprende le aspettative dell'ascoltatore aggiungendo una terza A, che è un duplicato orchestrato della seconda sezione. Questo intensifica l'impatto emotivo del pezzo. Nella sezione B, Evans ha composto una linea melodica in stile bebop, che è una trasformazione sincopata della melodia originale di Weill. Questa linea è suonata armonizzata da tromba, sassofono contralto, e trombone. Successivamente suona tutto l'ensemble. Nella sezione B, Evans ha creato del contrappunto invertendo e variando ritmicamente il materiale tematico dalla melodia dell' introduzione. L'ultima A inizia con il flicorno di Miles Davis accompagnato da tre tromboni. Questa sezione è più contrappuntistica della seconda e della terza sezione A. Evans aggiunge gradualmente il corno, i clarinetti, e il quarto trombone, costruendo il climax in questa sezione. Questo climax è sottolineato dalla scarsità di accompagnamento nelle misure prima e dopo. Il pezzo si chiude con una riproposizione leggermente abbreviata dell'introduzione. I cambiamenti nel ritmo della tessitura, contribuiscono al movimento in avanti del pezzo (attraverso ritardi e successiva accelerazione) e a farne percepire le forma (attraverso le variazioni di cambiamento in ogni sezione).



Esempio 3: Evans, My Ship: analisi della composizione


Esempio 4: Evans, My Ship: analisi della composizione


Esempio 5: Evans, My Ship: analisi della composizione




Esempio 6: Evans, My Ship: analisi della composizione



96 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti